Come fotografare con il flash creativamente

LCV-Lorenzo-Ceva-Valla-flash

Come fotografare con il flash creativamente

Come fotografare una goccia che cade

Una delle peculiarità della luce flash è la brevissima durata della sua emissione. Il lampo di un flash può arrivare alla velocità di 1/100.000 di secondo.
Le fotografie che rappresentano un proiettile in volo o una goccia che cade, sono realizzate con luce flash che, grazie alla sua brevissima durata, “congela” il movimento permettendo di ottenere immagini nitide e ferme di istanti che a occhio nudo non riusciamo nemmeno a percepire.

Allestire il set al buio

Per realizzare la fotografia della goccia di latte, ho allestito un set al buio e ho aperto manualmente l’otturatore della fotocamera.
In seguito con ripetuti tentativi con il flash, ho cercato di illuminare la scena nel momento esatto della caduta della goccia.
Dopo molti tentativi sono riuscito a cogliere il momento preciso! Con il set al buio, nonostante l’otturatore fosse aperto, la luce ambiente non ha raggiunto il sensore e l’unica luce presente era quella del flash. La brevissima durata del lampo mi ha permesso di “congelare” l’istante dell’impatto della goccia di latte nel bicchiere.

Utilizzo del lampo del flash assieme alla luce ambiente

Un paese unico Ed. Alinari, 1998

Se, contrariamente a quanto fatto nella fotografia della goccia, utilizziamo assieme al lampo del flash, anche la luce ambiente abbiamo la possibilità di agire creativamente.
Possiamo cioè lavorare per ottenere delle fotografie nelle quali una parte del soggetto appare perfettamente ferma, mentre lo sfondo appare completamente mosso: come se usassimo due tempi di posa diversi nello stesso scatto.

Per ottenere immagini di buona qualità con questo metodo, è necessario assicurarsi che la luce naturale che illumina i soggetti in primo piano sia meno intensa di quella sullo sfondo altrimenti anche il primo piano verrà mosso, annullando l’effetto.

Questa foto del carnevale è stata scattata di sera. I ragazzi in primo piano, essendo in mezzo alla strada, non erano illuminati. I portici sullo sfondo invece erano illuminati dai lampioni.
Per ottenere questo particolare effetto, ho scattato con un tempo di posa lungo muovendo la fotocamera. La luce del flash, che è indipendente dal tempo di esposizione impostato sulla fotocamera, ha “congelato” il movimento dei ragazzi e le gocce di schiuma da barba. Lo sfondo invece, non raggiunto dalla luce del flash, risulta mosso dal momento che il tempo di posa era di 0,5 secondi.

* Una particolarità: questa immagine è stata scattata in pellicola.

Il vantaggio del digitale

Come per l’effetto mosso classico anche in questo caso il risultato finale è difficilmente prevedibile con esattezza. Lavorando in digitale abbiamo però la possibilità di verificarlo subito dopo lo scatto.

Condividi il post

L'autore